Lauto ritratto

Lauto ritratto. 2015

Lauto ritratto.
2015

Il primo giorno di lezione in una classe nuova si fanno sempre dei giochini per conoscersi.
A volte gli studenti si conoscono già tra loro, magari vengono insieme a lezione da anni, quella ignota sono io. E quella più agitata, nonostante le apparenze.
Altre volte invece nessuno conosce nessuno, siamo tutti un po’ sperduti e io sono ancora più agitata.
I giochini si fanno per evitare l’effetto gruppo di auto-aiuto nello scantinato della parrocchia, e naturalmente anche io alla fine partecipo. Alla fine però, dopo che lo hanno fatto loro, per convincerli che sono simpatica e alla mano e non iperventilo mai: sono come Mary Poppins, praticamente perfetta sotto ogni aspetto.
Insomma, dai giochini ho scoperto che:
Mi chiamo Marzia, faccio l’insegnante. Ho 32 anni, ho un fidanzato e ho un gatto. Vivo in Olanda da meno di un anno. Sono nata e cresciuta al sud ma sono diventata grande al nord, quindi sono un po’ del sud e un po’ del nord.

Mi piacciono tantissime cose, ma tutte quando non piove.

Advertisements

2 thoughts on “Lauto ritratto

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s