Il gelato

Casa, stanza rosa - Zaandam 08.04.2015

Casa, stanza rosa – Zaandam 08.04.2015

Una donna dorme profondamente sullo sprinter in direzione Hoofddorp. Nel frattempo, in un passeggino a castello, i suoi due bambini di circa tre anni e di circa tre mesi si autogestiscono: quella di tre anni mangia biscotti e mi osserva, quello di circa tre mesi dorme e ogni tanto mugola inascoltato.

Una ragazza pedala sulla ciclabile di Amstelveenseweg, di fianco al parco. Sul suo avambraccio è seduta in equilibrio una bambina bionda di circa tre anni. Chiacchierano.

Tutti gli esseri umani qui vanno in bici. Tutte le donne sono esseri umani. Tutte le donne vanno in bici.
Ok questo? Bene.
Tutte le neo mamme sono donne, e quindi esseri umani, e quindi vanno in bici.
Con i propri bambini legati a sé con la fascia di stoffa.

Un bambino di circa un anno gattona sui vialetti di terra battuta di Beatrixpark.

Un bambino di tre o quattro anni balla scatenato sul prato di Beatrixpark alla chitarra di un suonatore ambulante. Gli altri avventori lo nutrono con biscotti e panini e gli scattano fotografie.
I genitori si trovano all’ombra di  un albero a una decina di metri con il secondo figlio neonato che viene allattato.
____________

Io ho mangiato il mio primo cono gelato senza la supervisione di un adulto intorno ai 6-8 anni. Fino a quel momento, le scelte per me erano due: 1) coppetta e cucchiaino in vigile e coscienziosa autogestione 2) cono ma col gelato tutto dentro ai bordi del conoil gelataio veniva istruito appositamente a produrre un cono dimezzato nel carico  – e comunque sempre sotto lo stretto controllo di un adulto in grado di individuare eventuali gocce traditrici che avrebbero potuto macchiare il bambino. Il compito dell’adulto era segnalare al bambino la presenza delle gocce latitanti, guidare il bambino nell’ immediata ed efficace rimozione e, talvolta, intervenire in maniera diretta mediante sequestro del gelato e uso della propria lingua.

Credo che la scelta di venire a vivere qui abbia in qualche modo  a che fare con questa faccenda dei gelati.

Advertisements

6 thoughts on “Il gelato

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s