Il mac 2008-2015

foto (1)

Era agosto 2008, poco prima di partire per la prima volta per dove, chissà chi lo sa, sto (forse) per tornare per la terza volta.

Ecco alcune cose rilevanti che sono successe

Prima del 2008:
Ho avuto un fidanzato lucano che, durante un litigio, riportò l’indignata testimonianza di sua madre. “Mia madre è ancora sconvolta per quella volta che abbiamo fatto il fritto di mare e io ho dovuto comprare la farina – uscendo apposta, di domenica! – perchè tu in casa non ce l’avevi!” sibilò affinché i sospetti sulla mia inadeguatezza come femmina di sesso femminile si trasformassero in fatti. Alla mia rimostranza “Ma perché dovrei avere la farina in casa se non cucino?” – pronunciata con la stessa espressione disarmata e incredula che potrebbe avere chi dovesse difendersi dall’accusa di non possedere un becher e un becco bunsen “Ma perché dovrei possedere un becher e un becco bunsen se non ho intenzione di impiantare un laboratorio chimico?” – mi rispose “Perché Pasqualina la farina la tiene!”.
Pasqualina era la fidanzata del fratello.  Lì per lì ebbi tanto rispetto per lei.

Io e due miei amici venimmo quasi investiti in un vicolo di Palermo: un tizio ci venne addosso a millemila all’ora in retromarcia e frenò a cinque centimetri da noi. Purtroppo non era stuntman mike ma un italiano qualsiasi. Uno che probabilmente aveva ascoltato la conversazione tra me e i miei amici sui recenti risultati elettorali (era il 2006, in primavera) nel bar che avevamo appena lasciato. Uno che, quando gli avevo gridato “coglione pezzo di merda!” aveva risposto, ridendo “Vota per i comunisti, buttana”.

Nel 2008
Ho comprato un paio di doctor martens 14 buchi con la zip al mercato di waterlooplein. Le volevo da quando le avevo viste ai magazzini lafayette nel 1996.

Ho fumato.

Mi sono sentita autorizzata, senza alcun senso di colpa e senza prima aver fumato, a comportarmi in maniera irriguardosa e moralmente deprecabile. Tipo vita batte morte. Godimento batte noia.

Dopo il 2008:
La farina è il mio lavoro.

Ho comprato un altro computer.

Oggi
Grande voglia di avere notizie di Pasqualina.

Advertisements

15 thoughts on “Il mac 2008-2015

  1. Che cosa mi fai ricordare… all’epoca in cui non mi perdevo una puntata di Daria (parlo del 1995 o giù di lì), indossavo degli stivaletti Doc Martens neri non so a quanti buchi, ma più alti di quelli classici, senza cuciture gialle e con la punta bombata e rinforzata.

  2. Il tuo post mi ha fatto pensare ad una frase che ho detto ieri : “Vorrei fare qualcosa di pragmatico, qualcosa per cui la gente ha bisogno di te.” Poi la mia mente era arrivata alla conclusione che la cosa giusta da fare fosse l’idraulico (no comment). tu, però, fai una cosa fantastica, la pasta fatta in casa. Viva te!
    p.s. : io non avrei sottovalutato il potere della farina.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s